Donna incinta di bimbo con 2 teste

Lisa Chamberlain è la protagonista di una storia che ha sconvolto la Gran Bretagna. La donna, incinta, è in attesa di gemelli siamesi dicefalici, cioè con due teste distinte e un solo corpo. Lisa, 25enne, ha deciso di portare comunque a termine la gravidanza. E anche perché, dopo ricerche sul web, ha trovato la storia delle gemelle statunitensi Abi and Brittany Hensel. Sono nate nelle stesse condizioni, due teste e un solo copro, diciotto anni fa.

Le ragazze del Minnesota guidano, studiano, usano il computer, vivono in famiglia. Hanno un solo corpo, due braccia e due gambe, ma due apparati cardiorespiratori, due spine dorsali, due sistemi nervosi. "Guardare le loro facce sorridenti mi ha dato forza e coraggio, anche i miei due gemelli hanno un’occasione per lottare", ha detto Lisa al tabloid The Sun. La donna di Portsmouth ha anche mandato un messaggio di ringraziamento alla famiglia Hensel.

Lisa e il compagno Mike Pedace, 32enne, avevano già deciso di tenere il feto affetto dalla grave deformazione e portare la gravidanza a termine. Lisa, fervente cattolica, aveva detto che la decisione è stata per lei naturale, "perché il bimbo è un dono di Dio".

I medici, ha raccontato ancora al tabloid, le avevano suggerito di abortire dopo che l’ecografia aveva mostrato due teste attaccate a un solo corpo, per di più con un unico, debole battito cardiaco. Malgrado le sia stato detto che i bambini hanno appena il 20 per cento di possibilità di sopravvivere, lei e il compagno si sono rifiutati di interrompere la gravidanza, dopo aver provato per anni ad avere un figlio.

Se i bambini sopravvivessero dopo la nascita, entrerebbero nella storia della medicina britannica come primi gemelli di questo tipo mai nati in Gran Bretagna; è una condizione che si verifica soltanto nel 4 per cento dei casi di gemelli siamesi, a livello mondiale e in una nascita su 50mila.

 

Voi che avreste fatto?!??!!?!?

 

 



9 Commenti to “Una scelta difficile……”

  1.   come alice Says:

    Ringrazio Dio (o chi per lui) di non avermi mai messo davanti ad una scelta così difficile. Ciao :)

  2.   Ale Says:

    i bimbi sono sempre dono di Dio. Un bambino che nasce malato o imperfetto in qualche sua parte non ne sminuisce il valore. I genitori che hanno deciso di portare a termine la gravidanza, al di là del fatto che siano ferventi cattolici, hanno dato una importante testimonianza al mondo: hanno ridato valore alla sofferenza in un mondo che ne ha profondamente paura tenendola lontana quanto più possibile. Anche il dolore, per quanto incomprensibile possa apparire ha un valore. Questi genitori hanno fatto in modo di trasformare la loro sofferenza di genitori “sconfitti” in una storia d’amore dove il dolore lascia spazio alla speranza.
    Grazie del tuo post.

  3.   Andrea Says:

    Sarà sintomo di debolezza o più probabilmente di forte egoismo, ma io avrei scelto l’aborto. Già spesso la vita ci mette di fronte a difficoltà che non possiamo evitare, andarcele anche a cercare… ma ripeto, credo sia una scelta dettata dall’egoismo.

  4.   MGrazia Says:

    ciao roby, come va?

    Olindo il “rosicone” non si è ancora rassegnato….:-)

  5.   MGrazia Says:

    Ammazza come beccano i paganelli.

    Sai roby, hanno creato un nuovo social network, si chiama “facedacul”, credo lo abbiano eletto membro onorario!!!

  6.   Nino Says:

    Ciao Roby

    incredibili storie che a volte un essere umano deve affrontare….

    Ti lascio un saluto ed un abbraccio

    Nino

  7.   Emiliano Says:

    Ma soprattutto cosa dicono le gemelle? Cosa avrebbero scelto loro, se fossero potute tornare indietro e per assurdo avessero potuto decidere al posto dei genitori? La prima parola spetta a chi è cresciuto con lo stesso problema, secondo me, più che ai rispettivi genitori. Sarebbe bello se potesse decidere il nascituro ma ovviamente…
    Poi naturalmente per affrontare una difficoltà tanto grande si presume che uno sia ottimista sulla capacità di affrontarla, e tanto per cominciare certe cure costano molto tempo, denaro, energie mentali. E quindi anche i genitori delle gemelle possono dare ottimi consigli.
    Insomma, tutto ‘sto commento per dire che io non sono in grado di commentare :-)

  8.   Elly Says:

    Io avrei scelto l’aborto. Più che altro, al di là delle argomentazioni religiose, scegliere di farli nascere comunque mi sembra un atto egoistico. Probabilmente avrebbero molte gioie, certo, ma anche tante difficoltà e sofferenze, maggiori rispetto a qualsiasi altro individuo più o meno sano.

  9.   sabrina Says:

    Premettendo ke rispetto le scelte di ogni essere umano..credo che io, pensando di dover mettere al mondo un essere umano cosi malformato, nn esiterei ad abortire. Non per la mia sofferenza ma per quella del bambino..Come si fa a pensare che possano vivere serenamente con 2 teste ed un corpo? Mi sentirei molto male nei loro/suoi (?) confronti. Non so se si tratta di egoismo dei genitori..ma condannare un essere ad una vita così “diversa”..non riuscirei mai a farlo!