Archivio Maggio 2006


Dimenticarsi di una persona
penso sia impossibile…

E’ come lasciare una conchiglia
sulla spiaggia…

le onde la porteranno via,
ma nel mare ci sarà sempre…

Comments Commenti disabilitati


Non incolpare nessun altro dello stato negativo nel quale ti trovi.
Sei tu che decidi: sta a te rivoltare le carte e vedere che c’è dall’altra parte.

Se scegli di vedere il lato triste della vita, non aspettarti di attirare a te quelle anime che conoscono la gioia della vera libertà, giacché I simili si attraggono: attirerai solo le anime che si trovano nella tua stessa situazione.

Quando ti sembra di toccare il cielo con un dito e l’amore scorre liberamente in te, allora attiri chiunque, poiché tutti apprezzano un’anima gioiosa.

Impara ad elevare una persona o una situazione, e non lasciarti mai inghiottire nell’abisso della disperazione a causa dell’atteggiamento di qualcun altro.

Sei qui per creare pace, armonia, bellezza e perfezione, tutto il meglio della vita; vai e agisci!

Guarda sempre il lato buono della vita.
Aspettati solo il meglio, e osservalo compiersi.

da: Le porte interiori di Eileen Caddy

Comments 4 Commenti »


La tristezza è un gradino sulla scala della gioia.
Il rimpianto è legato al passato.
E un’alienazione dal presente.

Il rimpianto riguarda sempre qualcosa a cui non puoi porre rimedio; eppure ti aggrappi al pensiero,
come se afferrandoti ad esso potessi mutare il corso degli eventi.
Invece è necessario accettare ciò che non può più essere cambiato, per quanto possa essere doloroso.

Una volta accettato, ne sarai liberato e liberata.
Se non lo fai, ne rimarrai prigioniero/a per sempre.

Mia Cara,mio Caro, osserva tutte le cose che suscitano in tè rimpianto.
Non puoi cambiarne neppure una, e il loro pensiero ti arreca ogni volta dolore.
Perché non impari a vivere nel presente?
A cancellare la tua storia personale?
Ad essere qui, ora?

In questo istante la tua vita non è forse pace e ordine perfetti?
Non sei forse in perfetta salute?
Di cosa hai bisogno, ancora, per essere felice?

Crogiolarsi nel rimpianto ti indebolisce e debilita.
Come una goccia di limone fa cagliare una tazza di panna, così il rimpianto rende la vita sgradevole.
Il rimpianto tarpa la tua abilità di intraprendere azioni positive nel presente, poiché inquina la fonte della tua autostima.
Esso è una forma di autocritica che assorbe energia dalla simpatia altrui.

Quando gli altri condividono il tuo rimpianto,
sentendosi dispiaciuti per te ,essi ti incoraggiano a credere nel potere di ciò che ti crea dolore.
Cosa ti occorre per sentirti nuovamente gioioso o gioiosa?
Che cosa ti serve?
Perché non provi a esserlo ora?

Sì, d’accordo, ma cosa devo fare?

Mia Cara, mio Caro analizziamo la cosa dal punto di vista della compiutezza.
Ciò che è completo, è finito.
Le persone temono la compiutezza in quanto essa è sinonimo di morte.
Poiché non hanno imparato a venire a patti con la paura della morte, ovverosia credono ancora nella mortalità facendo di tutto per evitarla.

La gente evita la compiutezza anche per altre ragioni: per paura delle critiche, per il bisogno di sentirsi perfetti, ecc.
Se cuoci un uovo, non potrai cucinarlo una seconda volta.
È cotto.
Così è la vita.

Che senso ha aggrapparsi al passato, rimuginare sui momenti lieti o tristi?
A meno che non si desideri punirsi.

Per dimorare nel presente, ciò di cui hai bisogno in questo momento è vigilanza; e una disciplina che ti permetta di prendere coscienza e liberarti di tutto il passato che assorbe la tua energia e attenzione.
Tutto ciò che è materia è destinato a tornare nel nulla.
Le uniche cose a cui devi aggrapparti è il tesoro e l’ispirazione della Luce e dell’Amore cosmico.

Tutto questo è molto utile, ma cosa vuoi dirmi?

Mia dolce creatura, hai già tutte le informazioni che ti servono.
Sta a te decidere se sei pronto o pronta a a essere libero/a, realmente libero/a.

Non solo nelle tue relazioni, ma in ogni attimo della tua esistenza.
Tu sei illimitato/a,se solo scegli di esserlo!

La libertà viene se ci si lascia andare.
Libertà vuoi dire concedersi il potere di essere,
fare, andare, sentire,qualunque cosa ti suggerisca
il tuo cuore.

Poiché hai frainteso quali siano realmente le tue responsabilità, non hai permesso a te stesso/a
di godere di una simile libertà.
La tua prima responsabilità è verso il tuo Sé.
Servilo sinceramente, pienamente, e servirai il Tutto.

(l’Angelo Elanor) da una canalizzazione

Comments 14 Commenti »


Una tempesta terribile si abbattè sul mare.

Lame affilate di vento gelido trafiggevano l’acqua e la sollevavano in ondate gigantesche che si abbattevano sulla spiaggia come colpi di maglio, o come vomeri d’acciaio aravano il fondo marino scaraventando le piccole bestiole del fondo, i crostacei e i piccoli molluschi, a decine di metri dal bordo del mare.

Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l’acqua si placò e si ritirò. Ora la spiaggia era una distesa di fango in cui si contorcevano nell’agonia migliaia e migliaia di stelle marine. Erano tante che la spiaggia sembrava colorata di rosa.

Il fenomeno richiamò molta gente da tutte le parti della costa. Arrivarono anche delle troupe televisive per filmare lo strano fenomeno. Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo.

Tra la gente, tenuto per mano dal papà, c’era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. Tutti stavano a guardare e nessuno faceva niente.

All’improvviso il bambino lasciò la mano del papà, si tolse le scarpe e le calze e corse sulla spiaggia. Si chinò, raccolse con le piccole mani tre piccole stelle del mare e, sempre correndo, le portò nell’acqua. Poi
tornò indietro e ripetè l’operazione.

Dalla balaustra di cemento, un uomo lo chiamò: “Ma che fai ragazzino?”

“Ributto in mare le stelle marine. Altrimenti muoiono tutte sulla spiaggia” rispose il bambino senza smettere di correre.

“Ma ci sono migliaia di stellee marine su questa spiaggia: non puoi certo salvarle tutte. Sono troppe!!” gridò l’uomo. “E questo succede su centinaia di altre spiaggie lungo la costa! Non puoi cambiare le cose!”

Il bambino sorrise, si chinò a raccogliere un’altra stella di mare e gettandola in acqua rispose:”Ho cambiato le cose per questa qui”.

L’uomo rimase un attimo in silenzio, poi si chinò, si tolse scarpe e calze e scese in spiaggia. Cominciò a raccogliere stelle marine e a buttarle in acqua. Un istante dopo scesero due ragazze ed erano in quattro a buttare stelle marine nell’acqua. Qualche minuto dopo erano in cinquanta, poi cento,duecento, migliaia di persone che buttavano stelle di mare nell’acqua.

“Per cambiare il mondo basterebbe che qualcuno, anche piccolo, avesse il coraggio di incominciare”.

Comments 8 Commenti »


LA POESIA

La poesia e’ la voce del cuore:

quando parla l?armonia e la spensieratezza

prevale su tutto quello che

fa male, come la guerra.

Se ci fosse una guerra di poesia

tutto il mondo sarebbe in armonia

con tutti.

(Andrea G.)

VENTO

Quando arriva il vento

porta via tutto

I pensieri

I pensieri di tutti noi.

E? freddo cono il ghiaccio

e quando ti sfiora

I brividi ti assalgono

il vento è un pensiero agghiacciante

(Andrea G.)

IL FUORI

Guardi il vetro

e

guardi il fuori

ma

il fuori non esiste

perché

tutti siamo

dentro

ad una bolla di sapone

(Andrea G.)

LA PENNA

Viene usata per scrivere

è

manovrata dalla mano

ma

la penna è autonoma

e

scrive I pensieri dello scrittore

(Andrea G.)

IL GUARDO

Il guardo vien dagl?occhi

ma

se ci pensi

è la mente che guida il guardo

e

ti porta nel pensiero del mondo

(Andrea G.)

IL BUIO

Se vuoi uscirne

la luce dell?amicizia

ti potrà guidare

all?uscita

(Andrea G.)

IL VICOLO CIECO

Corri

sei in un vicolo cieco

ma

stai tranquillo

c?è

sempre

un segreto

(Andrea G.)

ORIZZONTE

L?orizzonte è una cosa

che

non si può vedere

ma

si può immaginare e

sono sicuro

che

tutti gli uomini hanno

immaginazione

ma

non la vogliono dichiarare

(Andrea G.)

Comments 4 Commenti »


          La Generosità

La generosità è un modo di aprirsi agli altri dando tutto quello che si puo’ offrire su diversi piani. Essa cancella le paure e la tristezza. Sviluppa la tua generosità usando le tue qualità per il bene di chi ti circonda, anche se gli altri non te lo chiedono.
Ma attenzione, troppa generosità rende gli altri dipendenti.

          La Calma

La calma sta nel prendere le distanze nei confronti degli avvenimenti, positivi o negativi. E’ innalzamento del cuore e della mente. La calma permette di evitare gli impulsi negativi e la precipitazione. Sviluppa la tua calma mettendoti al di sopra delle reazioni positive o negative alle tue azioni.
Ma la troppa calma è una forma di fuga.

          La Saggezza

La saggezza è l’arte di vivere con equilibrio e buonsenso. Richiede comprensione dell’essenza delle situazioni. Essa cancella la collera e le incomprensioni. Sviluppa la saggezza usando la tua capacità di riflessione prima di agire.
Ma la troppa saggezza è una forma di esaltazione.

          La Concentrazione

La concentrazione è fonte di riuscita nelle proprie azioni. E’ un modo per dare il meglio di se stessi.Essa evita lo spreco e la perdita di energia. Sviluppa la tua capacità di concentrazione fissando un punto per un certo tempo.
Ma troppa concentrazione è fonte di chiusura nei confronti degli altri.

          La Compassione

La compassione è la capacità di ascoltare le sofferenze dell’altro dandogli sostegno morale e affettivo. Essa sconfigge l’egoismo e l’irresponsabilità fonte di violenza. Sviluppa la tua capacità di condividere le pene altrui.
Ma attenzione, troppa compassione ostacola la libertà.

          L’intelligenza  

L’ntelligenza significa cercare di capire ogni cosa invece di reagire in modo impulsivo. E’ l’arte di usare la mente in situazioni delicate. L’intelligenza allontana I malintesi ed evita gli errori. Sviluppa la tua intelligenza cercando di capire prima di metterti in collera.
Ma la troppa intelligenza è una forma di prigione per il cuore

Comments 10 Commenti »


3500……………

          3500……………
Ma vi rendete conto????????
In 3 mesi di blog ho ricevuto 3500 visite…

      GRAZIE

         DI CUORE

           A TUTTI VOI!!!!!!!!!!!!!!!

            NON CI SAREI MAI RIUSCITA SENZA TUTTI VOI

          SIETE F A N T A S T I C I

Comments 4 Commenti »


Finalmente si avvicina il w.e.

Questa settimana è stata molto intensa,

tra lavoro, riunioni, la comunione di mia figlia…….

Sarà un w.e. molto impegnativo perchè dovremo dare da mangiare

a circa 500 persone e più, ma sarà una passeggiata perchè

saremo il gruppo al completo e ci divertiremo un casino……

Un abbraccio a tutti!!!!!!!!!!!!!

Comments 2 Commenti »


Non conosco la tua storia…

non conosco le tue sofferenze…..

non conosco le tue paure…….

Ma ho conosciuto un uomo con bei sentimenti, che amava il suo blog….

il suo spazio su cui scrivere quello che gli veniva dal cuore……

Come ti ho già detto, comincia ad amare te stesso……..

ricomincia a vivere per per te stesso……..

Pensa anche a chi ti vuole bene,anche se ti conosce da poco…..

NON ABBANDONARCI

Comments 1 Commento »


Il giorno più bello? Oggi.
L?ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L?errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti I mali? L?egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
Il primo bisogno? Comunicare.
La felicità più grande? Essere utili agli altri.
Il mistero più grande? La morte.
Il difetto peggiore? Il malumore.
La persona più pericolosa? Quella che mente.
Il sentimento più brutto? Il rancore.
Il regalo più bello? Il perdono.
Quello indispensabile? La famiglia.
La rotta migliore? La via giusta.
La sensazione più piacevole? La pace interiore.
L?accoglienza migliore? Il sorriso.
La miglior medicina? L?ottimismo.
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto.
La forza più grande? La fede.
Le persone più necessarie? I sacerdoti.
La cosa più bella del mondo? L?amore.

Madre Teresa di Calcutta

Comments 4 Commenti »